mercoledì 12 gennaio 2011

SOUPE à L’OIGNON

Io sono una fan sfegata delle cipolle.
Sono famosa per questa mia mania.
Sono riuscita a lavorare in una pizzeria e mangiare di continuo pizza con la cipolla.
Per me leggere in una ricetta "una piccola cipolla", significa tritare una cipolla grande come una mela. La amo insomma.
Quindi durante questo periodo invernale ho rispolverato la ricetta che avevo già proposto QUI e devo dire che ha dato grande soddisfazione a me e ai miei ospiti.

L'ideale sarebbe impiattare la zuppa calda in contenitori che possono andare un forno, mettere sulla superficie il pane ed il formaggio grattugiato e poi passare in forno per far gratinare. Io non ho , ahimé, delle cocottine che vanno in forno e quindi ho sciolto il formaggio sul pane tostato in padella.
Altrimenti una piccola pirofila d'alluminio può essere un'alternativa.









Potrete vedere la ricetta anche QUI.

Vincete l'eventuale ritrosia per le cipolle e le false dicerie che circolano sul loro conto. Le cipolle sono buonissime, se cotte a dovere sono leggere e delicate nel sapore. Il segreto è li, nel farle stufare a fuoco dolce molto a lungo.

E questo è un piatto che mi ricorda la mia luna di miele! Che zuppette di cipolla mi sono mangiata a Parigi. Very parisienne!
Un bacio e buona giornata.

3 commenti:

Barbara ha detto...

Da mangiarsi... anche con gli occhi la tua zuppa, splendida davvero, brava!

Lauradv ha detto...

Anche io adoro le cipolle e questa ricetta cosi golosa me la segno subito!

RosaMaría ha detto...

Me encanta la cipolle in tutto. Copio questa ricetta.
Sono felice per tu luna de miel buona. Bacci.