martedì 27 gennaio 2009

CHIFFON CAKE....o ciambellone americano

Qualche giorno fa mi sono imbattuta nel "cremortartaro"...
Sempre sentito citare...ma...mai visto,mai usato!
Mi sono messa cosi' alla ricerca di una ricetta che ne prevedesse l'uso e mi sono imbattuta nella chiffon cake.

La chiffon cake e' stata inventata nel 1927 in California da Harry Baker.Per 20 anni la ricetta e' stata mantenuta segreta finche',dopo la seconda guerra mondiale, e' stata resa pubblica.
La particolarita' e' l'uso di olio vegetale al posto del burro che permette al dolce di mantenere una maggiore morbidezza e umidita'.
A dir la verita' c'e' uno stampo apposito per questo dolce(la cui caratteristica e' la sua altezza...tipo panettone!)...ma volevo prima testare l'impasto e,nel caso che fosse piaciuto,comprarlo.
A me le ciambelle non fanno impazzire...chi mi legge sa che amo i lievitati...pero' questo impasto e' davvero particolare.
Dalle foto sotto infatti si vede il principe consorte che affonda il dito nel dolce...ecco il segreto...e' sofficissimo!In piu' si puo' guarnire con creme,panna e fragole,puo' essere accompagnato con del gelato o glassato...insomma e' quasi un pan di Spangna.
Io ho messo solo zucchero a velo perche' lo mangio a colazione e magari ci spalmo sopra un po' di marmellata:-).
Ah...lo stampo lo compro...voglio fare una chiffon altissima e originale!


Questo e' lo stampo per la chiffon cake (foto di Coquinaria).



Io ho fatto meta' delle dosi elencati.

Ingredienti:
-6 uova
-300 gr di zuccher0
-la buccia grattugiata di un limone
-8 gr di cremor tartaro
-1 pizzico di sale
-1 bustina di lievito per dolci
-una bustina di vanillina
-125 gr di olio di semi
-200 gr di farina 00
-200 gr di acqua

.separare i tuorli dagli albumi
.passare al mixer per qualche minuto lo zucchero e amalgamarlo coi tuorli.Il composto deve risultare gonfio e spumoso
.aggiungere la vanillina e la buccia di limone
.al composto di tuorli aggiungere l'olio.l'acqua e la farina poco a poco,alternandoli fra loro.Infine aggiungere il lievito
.montare a neve ferma le chiare con un pizzico di sale.Incorporare il cremortartaro
.con una spatola unire gli albumi ai tuorli ,mescolando dal basso verso l'alto
.cuocere in forno preriscaldato a 180° per 1 ora circa
.una volta sfornato il dolce va fatto raffreddare capovolto(prorpio come fosse un panettone).Possiamo usare come appoggio il collo di una bottiglia








Io ho fatto solo meta' dose...immagino che se avessi usato tutte e 6 le uova sarebbe venuto altissimo...ma in 2...come si fa?

6 commenti:

Marilena ha detto...

E' venuta benissimo, bella soffice.
Anch'io ultimamente faccio le mezze dosi.
Bravissima.
Buona giornata

Sabrina ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sabrina ha detto...

Bella sofficiosa! Adesso vado a farla,così è pronta per la colazione di domani.
P.S.Il post sopra l'ho eliminato io,non preoccuparti.

Clà ha detto...

Oh mamma come sembra soffice! Sembra così morbidone e leggero! Che bello!
Non avevo mai sentito parlare del cremone di tartaro ma adesso che so che esiste..vado a procurarmelo! ;)

lenny ha detto...

Dove compri il cremor tartaro: mi hanno consigliato di chiederlo in farmacia!
E' un dolce molto raffinato, da provare e le tue foto dimostrative sono convincenti.
Baci

chiara ha detto...

Ho trovato il cremortartaro in un negozio bio.Ho letto che e' contenuto anche nei normali lieviti per dolci...altro non so.
Di sicuro questa semplice ciambellone e' sofficissimo.
Sarebbe bello trovare il suo stampo...mi mettero' alla ricerca!