giovedì 9 ottobre 2008

TRECCIA RUSSA

Dolce indicato per coloro che:
-hanno pazienza,
-amano impastare,
-hanno molto tempo a disposizione,
-hanno amato follemente la torta di rose e adorano il profumo del lievito.


Ingredienti:
-15 o 20 gr di lievito di birra
-250 ml di latte
-90 gr di burro
-90 gr di zucchero
-2 uova
-1 cucchiaino raso di sale
-500 o 600 gr di farina 00 (o miscelare 00 e manitoba al 50%)


Per la farcia:
-50 gr di burro lasciato a temperatura ambiente
-3 o 4 cucchiai di zucchero

Armarsi di un po' di pazienza....perche' questo dolce necessita di 3 lievitazioni

1a LIEVITAZIONE
Primo passo e' formare la pasta lievitata.
.andiamo a sciogliere nel latte appena tiepido il lievito e aggiungere la farina setacciata fino ad ottenere una crema densa.
.coprire questa crema con mezzo cm di farina setacciata e lasciare lievitare il composto per circa 45 minuti.

La lievitazionesara' finita quando l'impasto si sara' gonfiato e sara' aumentato il volume tanto da creare delle crepe di farina sulla superficie

Io per far lievitare questo pasta ho acceso il forno per qualche minuto e quando risulta tiepido ci metto il compostocoperto con un canovaccio.Sistemo le grate del forno a meta' in modo che il composto sia "avvolto "uniformemente dal calore.
Su cookaround ho visto un' altra tecnica che riporto per quelli che non vogliono usare il metodo del forno o semplicemente per fornire un'idea...
Il medoto consisteva nel far bollire dell'acqua in un tegame e poi di sitemarci sopra il recipiente dove e' stato fatto l'impasto(cosa importante e'quella di controllare i diametri dei recipienti per poi non dover cambiare posto all'impasto all'ultimo minuto).


2a LIEVITAZIONE
.finita la prima lievitazione prendere il composto e aggiungere gli altri ingredienti:zucchero,burro,farina,uova,sale.Amalgamare bene il tutto
Spostare l'impasto su una spianatoia e lavorare per circa 10 minuti.
Tagliare la pasta in 3 punti e rivoltare l'esterno con l'interno

Lavorare altri venti minuti come se si stesse impastando il pane
.con l'impasto formare una palla che metteremo a lievita re per 1 ora e mezza( sempre nel forno tiepido)

.dopo la lievitazione il volume sara' raddoppiato



3a LIEVITAZIONE
.passiamo alla preparazione della farcia.
Con una frusta elettrica lavorare il burro lasciato a temperatura ambiente con un po' di zucchero( la quantita' di questo dipende dai gusti...)
.con un mattarello stendere la pasta a forma di rettangolo

.spalmarci con una spatola la farcia che abbiamo preparato

.arrotolare l'impasto facendo combaciare perfettamente i bordi

.dal rotolo tagliare all'estremita' un pezzo di pasta arrotolato di circa 3 cm e metterla da parte per la decorazione
.prendere un coltello molto affilato(la lama liscia) e praticare un'incisione profonda a meta' del rotolo stando attenti a non schiacciarlo

ci ritroveremo con 2 strisce di pasta attaccate per un'estremita' di 3 cm circa
.prendere la parte dalla parte in cui e' attaccata e ruotare l'estremita'dal basso verso l'alto lentamente

.intrecciare i due lembi

.chiudere la treccia lasciando un leggero spazio
.allargare con le mani l'estremita' chiusa della torta e dargli la forma di una rosa
.con il pezzetto di rotolo che abbiamo lasciato da parte all'inizio faremo la stessa cosa:allargare la pasta e formare una rosa che andremo a posizionare alla fine della treccia aperta dove avevamo lasciato uno spazio
.sistemare la treccia in uno stampo(tipo plum cake)e lasciar lievitareper la terza volta finche' il volume sara' raddoppiato


.cuocere in forno preriscaldato a 180°per 30 minuti circa(anche 35...regolaarsi col colore sulla superficie del dolce)

.una volta cotta per lucidarla possiamo spennellarla con un po' di latte e quando si e' raffreddata la possiamo spolverizzare con dello zucchero a velo

Purtroppo(e dalla foto del dolce intero si puo' notare)il risultato estetico e' un po' deludente...e cio' e' dovuto al fatto che la mia treccia e' lievitata benissimo(anche troppo...)e in uno stampo troppo piccolo!Lo sapevo che sarebbe successo!Ma sono troppo ostinata...volevo usare quello stampo a tutti i costi...e questo e' stato il prezzo da pagare!!!
Comunque il sapore,la consistenza,il profumo...sono eccezionali e garantisco che e' un ottimo dolce per la prima colazione...una vera coccola...
Consiglio quindi di usare uno stampo che e' il doppio della treccia prima della 3a lievitazione.




Con questo impasto e la medesima tecnica possiamo fare una ciambella...oppure tagliando pezzettini arrotolati di impasto possiamo ricavare tante roselline che si possono cuocere negli stampini piccoli di alluminio e che si possono servire ,come se fossero dei muffin,dentro dei pirottini di carta.
Di questo non posso mettere la foto perche' e' stato divorato caldo appena uscito dal forno!!!Che dire!!!Paradisiaco...adoro i prodotti da forno appena sfornati....

Nessun commento: